Schede didattiche per la scuola elementare

Schede didattiche per la scuola elementare

Nell’approccio didattico educativo con i bambini oggi in vigore, un ruolo sempre più preponderante è giocato dalle schede didattiche. La scuola elementare, ad esempio, ne fa largo uso e a diversi scopi: le schede didattiche nella scuola elementare vengono impiegate per gli esercizi di matematica, oppure per l’insegnamento della lingua italiana, ma allo stesso modo possono essere utilizzate per altre materie, come la storia antica o la geografia.

L’uso delle schede didattiche nella scuola elementare si è ormai radicato da tempo, e resiste a tutte le riforme dell’istruzione, adattandosi ogni volta come e meglio dei libri di testo alle variazioni imposte dai programmi ministeriali. Inoltre, questo tipo di sussidi pedagogici ha un’importanza nevralgica in vista dell’apprendimento dei giovanissimi allievi: le schede didattiche per la scuola elementare hanno in genere un layout gradevole e soprattutto accattivante, ricco di colori e di immagini, per attrarre subito l’attenzione dei bambini e rendere loro, se non gradevole, per lo meno sopportabili le esercitazioni e le verifiche in classe.

Non deve infatti passare di mente il fatto che le schede didattiche nelle scuole elementari sono pensate come sussidi all’apprendimento, ma anche e soprattutto all’esercizio e alla verifica delle nozioni acquisite. Non si dimentichi che questa è, da sempre, la prassi pedagogica messa in atto nelle scuole di tutto l’Occidente, esplicazione della polarità docente (maestro) – discente (bambino), laddove l’insegnante è tenuto non solo a trasmettere conoscenze all’allievo, ma anche a verificare che le nozioni stesse siano state apprese in modo soddisfacente. In tutto ciò l’impiego delle schede didattiche nella scuola elementare ne risulta allora altamente consigliabile, per i vantaggi di cui si è detto.